Expo 2015 ecco le dodici tappe Lombarde per le Olimpiadi del cibo

Dal riso di Pavia alla corsa col grana a Milano passando per la Zucca di Mantova

Dodici tappe per le “Olimpiadi dell’Italian Food”. Dopo quella che si svolgerà il 22 febbraio 2014 in piazza Vittoria a Brescia, all’interno del farmers’ market di Campagna Amica della Coldiretti in occasione della giornata di apertura dell’Expo Tour, nei prossimi mesi esperti e consumatori si sfideranno in tutti i capoluoghi di provincia sui principali prodotti agroalimentari della Lombardia: dal miele all’olio, dal grana al riso, dai formaggi ai salami, dal vino ai fiori. E se a Bresciasabato prossimo i “pressure test” delle ore 10.30 e delle ore 16 saranno dedicati a chi produce il maggior numero di casoncelli in un quarto d’ora, il 23 marzo a Bergamo la sfida sarà quella di riconoscere nel minor tempo possibile il maggior numero di formaggi Dop disposti su un tagliere.

Il 12 aprile a Pavia il protagonista sarà il risotto, con una gara di cottura e giudizio finale sul piatto migliore, il 18 maggio a Milano toccherà alla corsa con il grana padano, il 15 giugno a Como i maestri delle candele con la cera d’api si sfideranno in una prova di abilità, mentre il 5 luglio a Monza si torna in cucina con le patate e con una competizione dedicata a chi prepara il maggior numero di gnocchi in 15 minuti. Il 14 settembre a Mantova sarà la zucca la regina della tappa dell’Expotour con prove di abilità legate allo svuotamento delle zucche e poi alla preparazione di un risotto, mentre il 5 ottobre a Lecco ci sarà la sfida sui mille usi dell’olio. Il 23 novembre a Cremona si terrà la sfida del salame, mentre l’11 gennaio 2015 a Sondrio i “pressure test” saranno due: uno dedicato alla preparazione dei pizzoccheri e l’altro chiamato “Dalla botte alla bottiglia” con una gara di imbottigliamento basata su velocità e precisione. Nel conto alla rovescia che porterà alla cerimonia di avvio dell’Expo, il 22 febbraio 2015 a Lodi si sfideranno i maestri della “raspa” e il 15 marzo 2015 a Varese ci sarà la gara di abilità nella costruzione di un giardino verticale.

“Con queste iniziative – spiega Ettore Prandini, Presidente della Coldiretti Lombardia – vogliamo raccontare i tesori enogastronomici della nostra regione, farli conoscere e riconoscere, in vista di una manifestazione come l’Expo basata non tanto sulla globalizzazione del gusto ma sulla diffusione globalizzata della consapevolezza del cibo e dei territori”. Temi che verranno toccati anche nella tavola rotonda che si svolgerà alle ore 11, sabato 22 febbraio 2014, presso la sala conferenze del museo di Santa Giulia a Brescia, con la partecipazione, fra gli altri, del Presidente nazionale di Coldiretti Roberto Moncalvo, del Presidente regionale di Coldiretti Ettore Prandini, del Presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, dell’Assessore regionale all’agricoltura Gianni Fava e del Presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo Paolo De Castro e Fabrizio Sala, sottosegretario all’Expo di Regione Lombardia.

Print Friendly, PDF & Email