A Milano, Piazza Affari, operazione salva stalle

Migliaia di allevatori, da ogni parte della Lombardia, hanno fatto tappa nel capoluogo lombardo per tutelare il latte italiano.

Anche un nutrito numero di allevatori mantovani, oltre duecento allevatori, ha preso parte nella mattinata odierna alla manifestazione in difesa del latte targato “Italia”. L’evento organizzato da Coldiretti in collaborazione con l’Associazione italiana allevatori, aveva come obiettivo quello di far conoscere ai cittadini / consumatori come lavorano gli allevatori italiani per garantire alla collettività un prodotto di assoluta qualità e sicurezza.

Ma il significato della manifestazione era anche denunciare un fenomeno che vede in forte crescita le importazioni di latte dall’estero e contemporaneamente sottolineare come il nostro prodotto “Made in Italy” non venga correttamente remunerato agli imprenditori evidenziando una forbice di prezzo tra produttore e consumatore molto alta.

“La nostra numerosa presenza a Milano – afferma Paolo Carra presidente Coldiretti Mantova – ha un duplice significato: sostenere con forza il lavoro degli allevatori italiani che con sacrificio garantiscono produzioni di qualità e informare i consumatori che solo una minima parte di quello che acquistano, che derivi dal latte (latte, formaggi e latticini), rimane nelle tasche degli agricoltori”.

E la scelta della location, Piazza della Borsa, non è stata scelta a caso – ha affermato Ettore Prandini presidente Coldiretti Lombardia – perchè noi imprenditori agricoli siamo l’economia reale contro quella della carta e dei finanzieri, siamo l’economia del lavoro contro quella delle speculazioni, siamo l’economia delle persone contro quella dei contabili e anche ai più piccoli vogliamo far capire che il latte nasce nelle stalle, dal sudore degli imprenditori onesti e non da qualche bottiglia di plastica riempita in uno stabilimento industriale.

La manifestazione odierna si è tenuta in contemporanea in altre piazze d’Italia (Roma, Venezia, Torino, Bari, Firenze e altre). Nella tappa di Milano hanno partecipato oltre 3000 persone tra agricoltori, cittadini, gente dello spettacolo, rappresentanti delle istituzioni, Sindaci che hanno sostenuto l’iniziativa lanciata dalla Coldiretti a tutela del latte italiano. Tra le personalità istituzionali hanno partecipato il ministro dell’agricoltura Maurizio Martina, il Presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, e anche gente dello spettacolo come l’attrice Lella Costa e Carlo Petrini fondatore/presidente di Slow Food. Tutti hanno hanno sostenuto l’iniziativa e incoraggiato la battaglia di Coldiretti, ponendo in evidenza come gli imprenditori agricoli meritino maggior rispetto per il lavoro che fanno e una giusta remunerazione.

L’obiettivo di far sentire la voce degli agricoltori sui temi importanti della nostra zootecnia è stato centrato – afferma Coldiretti – nonostante il maltempo abbia creato notevoli disagi organizzativi per accedere a Milano. Nella mattinata è stato presentato il Dossier “L’attacco alle stalle italiane” con i numeri e i dati della produzione zootecnica nazionale, regionale e provinciale.

Print Friendly, PDF & Email